Ente Accreditato MIUR

  • Viale San Martino, 62 - 98123 Messina
  • 090 6413588 - 3683192166
  • info@webhousemessina.com

PERF17 - PER UNA SCUOLA DI QUALITÀ - CLIL: LA STRATEGIA EUROPEA PER L’APPRENDIMENTO DELLE LINGUE E DELLE DISCIPLINE TRA RICERCA-AZIONE E INNOVAZIONE

CORSO DI PERFEZIONAMENTO

PER UNA SCUOLA DI QUALITÀ – CLIL: LA STRATEGIA EUROPEA PER L’APPRENDIMENTO DELLE LINGUE E DELLE DISCIPLINE TRA RICERCA-AZIONE E INNOVAZIONE

RIEDIZIONE

a.s. 2018 – 2019

(PERF17)

Finalità e contenuti generali

Il Corso intende offrire ai docenti il più ampio quadro normativo che prevede l’introduzione e la possibile programmazione attuativa CLIL nell’Ordinamento Didattico delle scuole; approfondire la filosofia e i principi teorici di base dell’approccio CLIL; metodologia CLIL per una didattica innovativa e gli stili di apprendimento; percorsi e “Buone Pratiche” delle esperienze CLIL nazionali e internazionali.

Nelle LINEE GUIDA per una SCUOLA DI QUALITÀ, (MIUR 2003) che rappresentano l’elemento ispiratore della “Buona Scuola”, si afferma che obiettivo strategico del momento attuale e dell’immediato futuro del nostro Paese è quello di attivare adeguate politiche di sviluppo, basate sull’innovazione e sulla conoscenza, che concorrano ad aumentare i livelli di crescita economica e sociale. Infatti, se il potenziamento e la diffusione delle tecnologie dell’informazione contribuiscono senza dubbio all’abbattimento delle frontiere, diventando il motore per un nuovo modello di integrazione, l’utilizzo sistemico delle lingue comunitarie, anche mediante le metodologie CLIL, diventa una strategia vincente per il cambiamento e l’innovazione. Innovazione e conoscenza possono diventare, senza sistemi di comunicazione qualificati e vincenti quali la CLIL, fonte di ricchezza, benessere e di migliore qualità della vita, ma anche una possibile causa di divario e di rischio di esclusione sociale, qualora non competitivi e non all’altezza del compito.

È ormai palese che solo la diffusione delle lingue comuni può rappresentare una intensa opera di prevenzione e di contrasto delle emarginazioni, del disagio e delle “nuove povertà”. Tuttavia, questa strategia della intercultura avrà successo soltanto se potrà contare su elevati e generalizzati standard formativi. Tale opera è strettamente legata ad un sistema educativo in grado di innalzare i livelli di istruzione e formazione dell’intera popolazione e di consentire ai soggetti interessati e coinvolti di apprendere e formarsi per tutto l’arco della vita. Si può pertanto concludere che la modalità CLIL, CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING, rappresenta un elemento veicolare tra i più risolutivi per il raggiungimento degli standard di qualità della vita dei cittadini, aumentando contestualmente i livelli di crescita economica e sociale di ogni paese.

Punteggio
Secondo la normativa vigente vengono attribuiti 3 punti in graduatoria per il pre-ruolo e 1 punto per mobilità/trasferimenti.

Le tematiche

  • Lineamenti sulle origini e la diffusione del CLIL, quale modalità di apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera
  • Quadro normativo europeo e italiano per l’Introduzione dl CLIL nei nuovi ordinamenti, in particolare: la Determinazione del Consiglio Europeo del 2011 relativo alla certificazione delle competenze degli Insegnanti, secondo il “Quadro comune europeo di riferimento per le lingue” (QCER); i DD.PP.RR. 87/2010- 88/2010 e 89/2010, per l’introduzione delle modalità CLIL nel Nuovo Ordinamento della scuole Superiori; il DM 249 2010 per la formazione iniziale formazione universitaria dei docenti CLIL- il Decreto 30 SETTEMBRE 2011- La circolare MIUR, nota del 9/12/2010 per i Corsi speciali e il Profilo del Docente CLIL; il Decreto n. 6 DGPS del 16 aprile 2012 sulla configurazione dei Corsi CLIL e le successive Circolari applicative; il Decreto 7 marzo per la certificazione CLIL; Il Decreto 12 luglio 2012 sugli Enti
  • Le indagini della rete Euyidice sul CLIL; il sistema GOLD per il repository delle esperienze effettuate; eTwinning, per i gemellaggi virtuali delle scuole di paesi diversi aderenti alla metodologia
  • Il problema delle competenze linguistico-comunicative nella lingua straniera
  • Le competenze metodologico-didattiche CLIL
  • La dimensione culturale CLIL (Libro Bianco Cresson) del processo educativo a supporto della diversità linguistica e la comprensione
  • La Dimensione Linguistica per il miglioramento delle competenze e lo sviluppo di interessi ed atteggiamenti plurilingue.
  • La metodologia e le strategie CLIL per una didattica innovativa e gli stili di
  • Il profilo del docente CLIL per superare le resistenze dei punti deboli della competenza
  • Esperienze europee e italiane in atto e quadro degli obiettivi disciplinari e linguistici concretamente perseguibili

Modalità di erogazione della didattica

Il Corso è erogato in modalità e-learning. Utilizzando le credenziali di accesso alla piattaforma telematica, il corsista potrà ritrovare, a sua disposizione, tutti gli strumenti didattici elaborati:

Parte Generale

  • Videolezioni
  • Documenti cartacei appositamente preparati
  • Slide
  • Bibliografie;
  • Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per l’approfondimento)

Parte Specifica

  • Documenti cartacei appositamente preparati
  • Slide
  • Bibliografie
  • Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per l’approfondimento)

Destinatari

Il Corso è destinato a docenti ed aspiranti docenti delle scuole di ogni ordine e grado, professionisti e operatori del settore scolastico, educativo, della formazione, che intendano aggiornare il proprio profilo professionale.

Requisiti di accesso

Per l’iscrizione al Corso è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Diploma di laurea quadriennale (vecchio ordinamento);
  • Diploma di laurea triennale e/o laurea specialistica/magistrale secondo il DM 509/99 e successivo;
  • Titolo equipollente conseguito presso università straniere.

Sono inoltre ammessi coloro in possesso del diploma delle Accademie di Belle Arti, dei Conservatori e dell’ISEF e coloro in possesso di un Diploma di Scuola secondaria superiore o titolo di studio di pari grado conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione. I corsisti sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.

Ordinamento didattico

A – PARTE GENERALE
Coordinatore parte generale: Pasquale Sarnacchiaro
Profilo professionale Ricercatore Unitelma Sapienza
Insegnamenti/attività Docente Titoli Professionali SSD CFU

Tot. Ore

Modulo 1

Lineamenti sulle origini e la diffusione del CLIL, in Europa e in Italia. La specificità metodologica CLIL (CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING) nell’apprendimento integrato. Azioni degli Uffici scolastici Regionali per la formazione dei Docenti CLIL

DAMIANO DISTANTE

UNITELMA SAPIENZA

INF/01

4

100

Modulo 2

La politica dell’unione in materia di istruzione e formazione

MARIO CARTA

UNITELMA SAPIENZA

IUS/14

4

100

Modulo 3

Le indagini della rete Euridice sul CLIL; il sistema GOLD per il repository delle esperienze effettuate; eTwinning, per i gemellaggi virtuali delle scuole di paesi diversi aderenti alla metodologia

PASQUALE SARNACCHIARO

UNITELMA SAPIENZA

SECS-S/01

4

100

Modulo 4

La dimensione culturale CLIL (Libro Bianco CRESSON) del processo educativo a supporto della diversità linguistica e la comprensione interculturale

NICOLA NAPOLETANO

UNITELMA SAPIENZA

IUS/13

4

100

B – PARTE SPECIFICA
Coordinatore parte specifica: Prof. Pietro Bizzarro
Profilo Professionale: Dirigente Scolastico
Insegnamenti/attività Docente Titoli Professionali SSD CFU

Tot. Ore

Modulo 5

La dimensione Linguistica per il miglioramento delle competenze e lo sviluppo di interessi ed atteggiamenti plurilingue

CALOGERO FERLITO

DOCENTE IRSAF

L-LIN/01 L-LIN/02 M-PED/04

8

200

LA MARCA GABRIELLA

DOCENTE IRSAF

Modulo 6

Il profilo del docente CLIL in ambito linguistico; competenze in ambito disciplinare; competenze in ambito metodologico–didattico

EMMA ABBATE

DOCENTE-FORMATRICE CLIL

L-LIN/01 L-LIN/02 M-PED/03

8

200

Modulo 7

Natura e funzioni CLIL nei processi di programmazione e gestione delle azioni interculturali e di cittadinanza attiva

MARIA CRISTINA BEVILACQUA

DOCENTE E-TUTOR DI LINGUA E METODOLOGIA INGLESE

M-PED/01 M-PED/04

8

200

Modulo 8

Metodologia CLIL per una didattica innovativa e gli stili di apprendimento; Formazione Docenti nella CLIL per le DNL (Discipline non linguistiche)

ANNALISA PAGLIUSO

DOCENTE IRSAF

L-LIN/01 L-LIN/02 M- PED/03

4

100

Modulo 9

Il “Quadro comune europeo di riferimento per le lingue”(QCER).

COSTANZO CONTE

DIRIGENTE SCOLASTICO

IUS/14 L-LIN/02

4

100

Modulo 10

Esperienze europee e italiane in atto e quadro degli obiettivi disciplinari e linguistici concretamente perseguibili

GIULY FIORAMONTI

DOCENTE IRSAF

IUS/14 L-LIN/02 M-PED/03

8

200

Esame Finale 4 100
TOTALE 60 1500

Prova finale

Il Corso prevede l’espletamento di una prova di verifica finale che si svolgerà in presenza mediante la somministrazione di un test a risposte multiple sulle discipline del Corso e la dissertazione di una tesi su una delle discipline della parte specifica del Corso.

La tesi sarà redatta in ossequio alle indicazioni fornite allo studente dai Coordinatori del Corso. Possono accedere all’esame finale coloro i quali abbiano regolarizzato la propria posizione amministrativa, decorsi almeno 180 giorni dalla data di immatricolazione ed entro il tempo massimo di 2 anni.

La prova finale sarà curata da apposita commissione presieduta da un docente Unitelma Sapienza.

Tasse di iscrizione

La quota di iscrizione è pari ad € 500,00 (Euro Cinquecento/00) + € 16,00 imposta di bollo

Il pagamento può essere effettuato in un’unica soluzione (euro 516,00) o in due rate alle scadenze di seguito indicate:

  • I rata, pari a € 266,00 al momento dell’iscrizione (comprensiva dell’imposta di bollo)
  • II rata, pari a € 250,00 entro 90 giorni dall’iscrizione

Modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione al Corso dovrà essere corredata della seguente documentazione:

  • domanda di immatricolazione debitamente compilata (il modello è scaricabile dal sito www.webhousemessina.com oppure richiesto presso la segreteria WebHouseMessina)
  • ricevuta di avvenuto pagamento;
  • fotocopia di un valido documento di riconoscimento;
  • fotocopia del codice fiscale
  • n. 1 foto formato tessera
  • autocertificazione dei titoli posseduti o copia degli stessi.

Le immatricolazioni e le iscrizioni sono aperte tutto l’anno.

Condizioni di attivazione

Il Centro Servizi Territoriali IRSAF si riserva la facoltà di non attivare il Corso nell’eventualità in cui non sia raggiunto il numero minimo di 100 iscritti.

In tale eventualità sarà restituita tempestivamente la quota d’iscrizione mediante bonifico bancario.

Trattamento dei dati personali

I dati personali e sensibili saranno custoditi e trattati con la riservatezza prevista dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.

Informazioni

Tutte le informazioni ed i chiarimenti possono essere richiesti presso:

WebHouseMessina sas di Angelina Rizzo & C.

Viale San Martino, 62 – isol 154 2° Piano scala B

98123 Messina

TEL. 090 6413588 – 368 3192166

info@webhousemessina.com

webhousemessina