Ente Accreditato MIUR

  • Viale San Martino, 62 - 98123 Messina
  • 090 6413588 - 3683192166
  • info@webhousemessina.com

Notizie

Archivio delle categorie Notizie

Scuole chiuse a Siena e Arezzo per allerta neve

Scuole chiuse a Siena e Arezzo per allerta neve

Scuole chiuse domani anche a Sassetta, nel Livornese e sulle Colline metallifere, nei comuni di Massa Marittima, Monterotondo Marittimo e Montieri, nel Grossetano.

L’articolo Scuole chiuse a Siena e Arezzo per allerta neve sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Scuole chiuse a Siena e Arezzo per allerta neve

Tag

Gallo (M5S), assumeremo 2 mila insegnanti in più contro la dispersione

Gallo (M5S), assumeremo 2 mila insegnanti in più contro la dispersione

Ha così affermato Luigi Gallo, presidente della Commissione Cultura della Camera del M5S, osservando che “si tratta di un numero strutturale di insegnanti in più che permettono l’apertura pomeridiana nei quartieri più a rischio”.

“Partiamo con duemila insegnanti ma a regime saranno di più. Ad oggi in molti territori arrivava la richiesta del tempo prolungato, ma non poteva essere soddisfatta dagli uffici scolastici regionali per mancanza di docenti. Ora siamo in grado di rispondere alle aeree più a rischio. A questo si aggiunge – continua Gallo – l’impegno della commissione che presiedo per la lotta alle classi pollaio che sicuramente incentivano l’abbandono anche perché non si riesce a garantire la qualità didattica per ogni ragazzo se le classi sono super affollate. Per l’università in commissione ci sono le audizioni sulle leggi del m5s per superare il numero chiuso ed aumentare il numero di studenti che accedono alla no tax area universitaria”. “È il nostro piano Marshall contro la povertà educativa e culturale, adatto a riattivare la scala sociale in Italia”, conclude Gallo.

L’articolo Gallo (M5S), assumeremo 2 mila insegnanti in più contro la dispersione sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Gallo (M5S), assumeremo 2 mila insegnanti in più contro la dispersione

Tag

Mendel al posto di Mendeleev: il MIUR fa una gaffe sulla tavola periodica

Mendel al posto di Mendeleev: il MIUR fa una gaffe sulla tavola periodica

Nel presentare i temi dell’iniziativa confonde Gregor Johann Mendel, precursore della moderna genetica, con il chimico Dmitrij Ivanovič Mendeleev, inventore della tavola periodica degli elementi, scrivendo la frase “La tavola degli elementi di Mendel, questa sconosciuta”.

Lo screenshot dello strafalcione ha fatto il giro di diverse pagine Facebook, tra cui ‘Abolizione del suffragio universale’, come riporta l’Adnkronos.

“Il Ministero dell’Istruzione del governo del cambiamento confonde Mendel, autore delle tre leggi sulla genetica e sull’ereditarietà dei caratteri, con Mendeleev, ideatore della tavola periodica. Non idrogeno, tungsteno e stronzio, ma piselli verdi e lisci e gialli e rugosi. La tavola degli elementi, questa sconosciuta. Già”, ironizza la pagina in un post, scatenando i commenti sarcastici degli utenti. Il Miur ha sostituito la parola ‘Mendel’ con ‘Mendeleev’.

L’articolo Mendel al posto di Mendeleev: il MIUR fa una gaffe sulla tavola periodica sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Mendel al posto di Mendeleev: il MIUR fa una gaffe sulla tavola periodica

Tag

Falsi diplomi per docenti o ATA: dalla Campania massima collaborazione

Falsi diplomi per docenti o ATA: dalla Campania massima collaborazione

Dopo il licenziamento di cinque bidelli,  in tutta Italia sono in corso accertamenti sui titoli dichiarati, soprattutto per l’inserimento nella terza fascia delle graduatorie ATA.

“Stiamo rispondendo alle richieste di verifica titolo, c’è massima collaborazione con le scuole del Veneto o dell’Emilia Romagna”, fanno sapere dal Provveditorato di Salerno.

L’articolo Falsi diplomi per docenti o ATA: dalla Campania massima collaborazione sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Falsi diplomi per docenti o ATA: dalla Campania massima collaborazione

Tag

Quota 100, requisiti e modalità. Con quale importo andrò in pensione? Scheda SNALS

Quota 100, requisiti e modalità. Con quale importo andrò in pensione? Scheda SNALS

Visto il numero elevato di docenti ed ATA che aspettavano la definizione di quota 100 per verificare la convenienza o meno di utilizzare tale modalità di pensione, alla luce del testo definitivo, ed al fine di mettere il personale scolastico, nostro iscritto, nella condizione di poter operare una scelta oculata, abbiamo rielaborato nuovamente una tabella di confronto tra quota 100 e il pensionamento con le regole della legge Fornero.

Clicca l’immagine per ingrandire

L’articolo Quota 100, requisiti e modalità. Con quale importo andrò in pensione? Scheda SNALS sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Quota 100, requisiti e modalità. Con quale importo andrò in pensione? Scheda SNALS

Tag

Gilda, maturità: modifiche sbagliate nella forma e nella sostanza

Gilda, maturità: modifiche sbagliate nella forma e nella sostanza

“Dal cilindro di viale Trastevere salta fuori la doppia materia per la seconda prova scritta, una bidisciplinarietà dai tratti confusi che non agevolerà di certo gli studenti. Per non parlare, poi, della prova orale che, con l’introduzione di una sorta di ‘argomentone’, finisce con il diventare una chiacchierata da bar. Singolare, inoltre, il sistema delle tre buste tra le quali i candidati dovranno pescare quella contenente lo spunto per l’inizio del colloquio. La scuola è tutta un quiz, insomma, parafrasando Renzo Arbore”.

“Introdurre modifiche così profonde a metà anno scolastico è del tutto scorretto – incalza Di Meglio – perché il lavoro che gli insegnanti devono svolgere per preparare gli studenti ad affrontare la Maturità si fonda su un percorso complesso e articolato che va progettato fin dall’inizio dell’anno scolastico, non di certo a gennaio. A ben poco serviranno le simulazioni d’esame previste dal Miur tra febbraio, marzo o perfino aprile: gli insegnanti saranno comunque costretti a improvvisare cambiamenti di programmazione avendo a disposizione un periodo di tempo del tutto insufficiente. Non si possono cambiare le carte in tavola a gioco iniziato, dando indicazioni pochi mesi prima dell’esame su come prepararsi ad una prova che tiene conto del lavoro di tre anni”.

“La scuola – ammonisce il coordinatore nazionale della Gilda – deve smettere di essere terreno di sperimentazioni continue senza capo né coda. Al Miur chiediamo di tornare sui suoi passi e di rinviare almeno di un anno l’applicazione del decreto, cominciando a preparare gli studenti dal terzo anno”.

Maturità 2019: scelti commissari esterni e materie seconda prova, come si svolge il colloquio. Le info utili

L’articolo Gilda, maturità: modifiche sbagliate nella forma e nella sostanza sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Gilda, maturità: modifiche sbagliate nella forma e nella sostanza

Tag

Pensioni, servizio Inps per visualizzazione, confronto cedolini e altro. Tutte le funzioni

Pensioni, servizio Inps per visualizzazione, confronto cedolini e altro. Tutte le funzioni

Ecco quale:

Cos’è

Il servizio permette di consultare il cedolino della pensione, verificare l’importo dei trattamenti liquidati dall’INPS ogni mese, conoscere le ragioni per cui tale importo può variare, accedere ad altri servizi di consultazione, certificazione e variazione dati.

È possibile accedere al servizio anche da dispositivi mobile.

A chi è rivolto

Il servizio è rivolto ai pensionati.

Come funziona

Il servizio, soggetto ad autenticazione, guida l’utente tramite la proposizione di domande (ad esempio “Vuoi confrontare gli ultimi due cedolini?”).

Le principali funzionalità sono:

  • cedolino pensione
  • ultimo cedolino
  • confronta cedolino
  • visualizza cedolini
  • visualizza elenco prospetti di liquidazione (Modelli TE08)
  • elenco deleghe sindacali
  • gestione deleghe sindacali su trattamenti pensionistici
  • comunicazioni
  • dettaglio recapiti
  • modifica dati personali
  • riepilogo dati anagrafici
  • riepilogo dati anagrafici e di pagamento
  • informazioni Posta Elettronica Certificata
  • variazione ufficio pagatore
  • visualizzazione e modifica dati anagrafici, indirizzo e recapiti
  • recupero Certificazione Unica
  • stampa Certificazione Unica

Vai al servizio

L’articolo Pensioni, servizio Inps per visualizzazione, confronto cedolini e altro. Tutte le funzioni sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Pensioni, servizio Inps per visualizzazione, confronto cedolini e altro. Tutte le funzioni

Tag

XXVIII Settimana della cultura scientifica, 28 gennaio-3 febbraio 2019

XXVIII Settimana della cultura scientifica, 28 gennaio-3 febbraio 2019

Che cosa è la Settimana

Scopo della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica è di mobilitare tutte le competenze e le energie del Paese per favorire la più capillare diffusione di una solida e critica cultura tecnico-scientifica.
In particolare, la Settimana stimola l’apertura di efficaci canali di comunicazione e di scambio tra l’universo della società civile (che vede in prima fila il mondo della scuola), da un lato, e l’articolato complesso del Sistema Ricerca (università, enti di ricerca pubblici e privati, musei, aziende, associazioni, ecc.), dall’altro.

Si tratta di un compito di importanza decisiva, non solo perché contribuisce alla crescita culturale del Paese, ma anche perché costituisce uno dei presupposti per il pieno esercizio dei diritti democratici dei cittadini, i quali sono chiamati a compiere sempre più spesso scelte (ambiente, genetica, energia, ecc.) che, per essere davvero autonome e responsabili, implicano una solida cultura scientifica di base.

Le Settimane costituiscono anche lo strumento per sperimentare e promuovere l’ambizioso progetto elaborato e sostenuto dal MIUR di dar vita a un sistema nazionale di istituzioni permanenti (musei, centri e città della scienza e della tecnica, università, accademie, ecc.), impegnate nel compito di garantire ai cittadini un’informazione tecnico-scientifica aggiornata e certificata, provvedendo nel contempo alla valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico del quale è ricchissimo il nostro Paese.

La Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica mira in modo del tutto particolare a favorire la partecipazione dei giovani in età scolare alle iniziative in programma. Infatti, è soprattutto ai giovani che possono essere affidate le speranze di un radicale rinnovamento e di un proficuo arricchimento della cultura di base del nostro Paese.
Presso università, industrie, enti pubblici e privati, ecc., vi sono laboratori e musei specialistici che possono mostrare agli studenti l’attività di ricerca scientifica nel nostro Paese, di ieri e di oggi. I giovani potranno osservare direttamente gli strumenti di lavoro, le esperienze e le attività di ricerca e incontrare i ricercatori. Ne può quindi risultare un’esperienza importante per i giovani, capace di influenzare anche le loro scelte future, offrendo un orientamento verso un indirizzo preciso, di studio e di lavoro.

L’iniziativa nazionale delle Settimane (che ha offerto il modello alle Settimane Europee della Cultura Scientifica, promosse nel 1993 dalla CEE per iniziativa del Commissario Europeo per la Ricerca, Antonio Ruberti) si avvale del determinante contributo dei numerosissimi soggetti pubblici e e privati che mettono in cantiere annualmente numerosi eventi offerti al pubblico, nonché dell’incoraggiamento, del supporto e del coordinamento, su scala locale e regionale, che può essere garantito dalle Regioni, dalle amministrazioni comunali e provinciali.

Che cosa offre il programma della Settimana

Convegni e seminari su temi di storia delle scienze e delle tecniche, di attualità scientifica, di riflessione sui fondamenti delle scienze e sulle implicazioni etico-politiche della ricerca scientifica e tecnologica; iniziative di orientamento sul ruolo dei media per la diffusione della cultura tecnicoscientifica, sui metodi per garantire l’aggiornamento permanente degli insegnanti e per far crescere e qualificare il tasso di cultura tecnico-scientifica nel mondo della scuola; riflessioni e sperimentazioni sul ruolo e sui sempre più vasti campi di applicazione delle nuove tecnologie (per la tutela dei beni culturali, per la didattica e la formazione, per la salute e il recupero dell’handicap, ecc.); manifestazioni destinate ad approfondire il tema del rapporto tra diffusione della cultura tecnico-scientifica e crescita delle opportunità di occupazione per i giovani.

Mostre, filmati, cicli di conferenze, forum telematici ecc., su temi di divulgazione scientifica, anche in prospettiva storica.
Presentazione di nuovi progetti, allestimenti, servizi (aperture straordinarie, visite guidate, ecc.)o pacchetti didattici presso i musei scientifici (tecnico-scientifici, naturalistici, medici, etno-antropologici, storici ), gli orti botanici e i parchi naturali, le scuole e gli istituti di ogni ordine e grado che possiedano gabinetti scientifici d’interesse storico e didattico.

“Laboratori aperti” presso le strutture universitarie di ricerca, gli enti di ricerca e le imprese pubbliche e private impegnate nell’innovazione.
Corsi di aggiornamento per insegnanti su tematiche di frontiera della ricerca scientifico- tecnologica.
Programmi di turismo scientifico per le scuole di ogni ordine e grado; iniziative e manifestazioni nel campo della cultura e dell’educazione ambientale.

Mostre, spettacoli teatrali, musicali e multimediali nel campo delle arti visive e “minori”, nell’ambito delle relazioni arti-scienza, storia-scienza e società-scienza, sulle “immagini” della scienza e della tecnica nell’arte, nella letteratura, nella storia e in generale su questioni interdisciplinari.
Qualunque altra manifestazione o forma di comunicazione suggerita dalla creatività dei proponenti, purché efficace in funzione dell’obiettivo di divulgare una seria cultura tecnico-scientifica di base.

Indicazioni per gli organizzatori delle manifestazioni della Settimana

Per poter partecipare alla XXVIII Settimana occorrerà inserire i dati relativi alle manifestazioni, dalle ore 10.00 del 22 gennaio alle ore 12.00 del 25 gennaio 2019, secondo le indicazioni contenute nella guida scaricabile all’indirizzo https://roma.cilea.it/Sirio/

Insieme ai dati informativi sarà possibile inserire testi e foto.
Si ricorda inoltre che,nell’ambito della propria autonomia, i soggetti proponenti le singole iniziative sono responsabili della correttezza dell’informazione prodotta e si assumono interamente gli oneri finanziari di organizzazione e promozione.
E’ dunque necessario:

Presentare iniziative appropriate, per contenuti, per metodologie divulgative e per capacità di coinvolgere un vasto pubblico, in coerenza con gli obiettivi culturali della Settimana;
Ricercare il massimo coinvolgimento degli insegnanti e degli studenti, a tal fine si raccomanda di predisporre, ove possibile, materiali didattici.

Lancio della XXVIII Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica

L’articolo XXVIII Settimana della cultura scientifica, 28 gennaio-3 febbraio 2019 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
XXVIII Settimana della cultura scientifica, 28 gennaio-3 febbraio 2019

Tag

Pensioni, date pagamento gennaio-dicembre 2019

Pensioni, date pagamento gennaio-dicembre 2019

Calendario pagamento: giorni bancabili

I pagamenti di trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per invalidi civili, rendite vitalizie dell’INAIL, come si evince dalla tabella di seguito riportata, vengono effettuati:

  • il primo giorno bancabile di ciascun mese o il giorno successivo se si tratta di giornata festiva o non bancabile;
  • il secondo giorno bancabile per il solo mese di gennaio

Calendario pagamento: giorni 2019

Il calendario riporta i mesi e i relativi giorni di pagamento:

La circolare

L’articolo Pensioni, date pagamento gennaio-dicembre 2019 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Pensioni, date pagamento gennaio-dicembre 2019

Tag

Maturità 2019, esempi prova matematica e fisica uguali a quelli di un manuale russo

Maturità 2019, esempi prova matematica e fisica uguali a quelli di un manuale russo

Esami di Stato secondaria, il Decreto Miur con i dettagli per il colloquio

Seconda prova: materie

La seconda prova cambia veste e si presenta in forma mista, così ad esempio allo Scientifico comprende le disciplina Matematica e Fisica, mentre al classico latino e Greco.

Maturità 2019, materie seconda prova. Matematica e fisica allo Scientifico, Greco e latino al classico

Per il Liceo classico la prova sarà articolata in due parti. Ci sarà una versione, un testo in prosa corredato da informazioni sintetiche sull’opera, preceduta e seguita da parti tradotte per consentire la contestualizzazione della parte estrapolata. Seguiranno tre quesiti relativi alla comprensione e interpretazione del brano e alla sua collocazione storico-culturale.

Per lo Scientifico la struttura della prova prevede la soluzione di un problema a scelta del candidato tra due proposte e la risposta a quattro quesiti tra otto proposte.

Per i Tecnici la struttura della prova prevede una prima parte, che tutti i candidati sono tenuti a svolgere, seguita da una seconda parte, con una serie di quesiti tra i quali il candidato sceglierà sulla base del numero indicato in calce al testo.

Per i Professionali la seconda prova si comporrà di una parte definita a livello nazionale e di una seconda parte predisposta dalla Commissione, per tenere conto della specificità dell’offerta formativa dell’Istituzione scolastica.

Esempi seconda prova

Simulazioni nazionali

Seconda prova: il Miur ha copiato?

Sembrerebbe di sì, secondo quanto riferito da Repubblica: 

I problemi usciti come esempio della seconda prova alla Maturità, dove per la prima volta matematica e fisica sono proposte insieme, sono copiati da un vecchio manuale russo, tradotto in inglese nel 1981, ad uso dei corsi avanzati di Fisica all’università.

Così leggiamo nel succitato giornale.

A svelare l’arcano sarebbero stati gli stessi professori di matematica e fisica, che contestano la novità della seconda prova scritta e che hanno dimostrato come sei problemi su otto, pubblicati tra gli esempi di prove dal Miur il 20 dicembre scorso, siano stati presi dal testo del matematico Igor Idorov Problems in General Physics, edizioni MIR, Moscow.

Ecco le prove a confronto:

L’articolo Maturità 2019, esempi prova matematica e fisica uguali a quelli di un manuale russo sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Maturità 2019, esempi prova matematica e fisica uguali a quelli di un manuale russo

Tag