Ente Accreditato MIUR

  • Viale San Martino, 62 - 98123 Messina
  • 090 6413588 - 3683192166
  • info@webhousemessina.com

Archivio degli autori redazione

Concorso Ata appalti pulizia, pubblicato il bando: domande entro il 31 dicembre. Modalità, requisiti, tabella posti

Concorso Ata appalti pulizia, pubblicato il bando: domande entro il 31 dicembre. Modalità, requisiti, tabella posti

Come annunciato dall’avviso del 6 dicembre, il bando per la procedura concorsuale riservata ai lavoratori delle ditte di pulizia è ora disponibile sul sito del Ministero dell’Istruzione.

Scadenza presentazione domande

I candidati presentano l’istanza di partecipazione entro il termine perentorio del 31 dicembre 2019 a partire dalla pubblicazione del presente bando sui siti internet del Miur e degli uffici scolastici regionali interessati.

Modalità iscrizione

La domanda di partecipazione alla procedura può essere presentata unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione “Piattaforma Concorsi e Procedure selettive” previo possesso delle credenziali SPID, o in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata MIUR con l’abilitazione specifica al servizio “Istanze on Line (POLIS)”. Le istanze presentate con modalità’ diverse non saranno prese in
considerazione.

Requisiti di accesso

  • diploma di scuola secondaria di primo grado, conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione delle domande alla selezione;
  • aver svolto almeno dieci anni, anche non continuativi, nei quali devono essere inclusi gli anni 2018 e 2019, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratto per lo svolgimento di tali servizi.

I lavoratori saranno assunti nel profilo dei collaboratori scolastici dal 1° marzo 2020.

Tabelle posti

 

Bando

L’articolo Concorso Ata appalti pulizia, pubblicato il bando: domande entro il 31 dicembre. Modalità, requisiti, tabella posti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Concorso Ata appalti pulizia, pubblicato il bando: domande entro il 31 dicembre. Modalità, requisiti, tabella posti

Tag

Violenza di genere: al Capitol di Bagheria educazione sentimentale con le scuole

Violenza di genere: al Capitol di Bagheria educazione sentimentale con le scuole

“Dalla Parte dei bambini” è il titolo dell’iniziativa, in programma alle 9.30 di martedì 10 dicembre al Cinema Capitol di Bagheri, promossa dalla locale sezione della Fidapa BPW Italia per parlare di educazione sentimentale contro la violenza di genere con le scuole del territorio. Una delle numerose tappe del progetto “Amorù – Rete Territoriale Antiviolenza” promosso dall’Organizzazione umanitaria LIFE and LIFE quale ente capofila e sostenuto da Fondazione CON IL SUD.

A portare i saluti di rito saranno Maria Ciancitto, presidente del Distretto Sicilia Fidapa BPW, e Filippo Tripoli, sindaco di Bagheria.

Intervallati da una proiezione, monologhi, letture degli alunni e un dibattito, interverranno: Giuseppina Seidita, executive Finance Officer BPW, “ Task Force Child Marriage Chair”; Antonio Pintacuda, ispettore di Polizia del Commissariato di Bagheria; Maria Luisa Benincasa, psicologa psicoterapeuta, referente regionale CISMAI; Valentina Cicirello, vice presidente della LIFE and LIFE; Liliana Pitarresi, psicologa psicoterapeuta, coordinatrice della Rete Territoriale Antiviolenza Amorù. Coordina e modera i lavori la presidente della sezione Fidapa Bagheria, Rosalia Orobello

L’articolo Violenza di genere: al Capitol di Bagheria educazione sentimentale con le scuole sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Violenza di genere: al Capitol di Bagheria educazione sentimentale con le scuole

Tag

Diplomati tecnici i più richiesti dalle imprese, eppure non si trovano

Diplomati tecnici i più richiesti dalle imprese, eppure non si trovano

Si prevedono tra le 440mila e le 489mila assunzioni entro il 2023, quindi circa il 20% del totale di nuovi posti di lavoro per i diplomati tecnici.

Anche se i diplomi tecnici piacciono alle imprese, non è facile trovare personale in possesso di tale titolo di studio. Secondo i dati riportati da Il Sole 24 ore,  esiste infatti una grossa differenza tra domanda e offerta di lavoro che proprio per gli impieghi tecnici si aggira al 37%, molto superiore rispetto alla media generale (26%). Le imprese quindi fanno fatica a trovare i lavoratori adeguati o perché essi non possiedono il giusto titolo di studio o perché non hanno le competenze adatte a svolgere la mansione richiesta. Tra le competenze richieste ci sono quelle trasversali e quindi anche la capacità di adattamento e la disponibilità a essere flessibili.

In assoluto, i più difficili da trovare sono i diplomati in informatica e telecomunicazioni, ma anche i diplomati in elettronica-elettrotecnica e in meccanica-meccatronica-energia.

In generale, si è visto recentemente, in base ai dati del 53mo Rapporto Censis, che le imprese preferiscono i diplomati ai laureati e talvolta non si trovano.

L’articolo Diplomati tecnici i più richiesti dalle imprese, eppure non si trovano sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Diplomati tecnici i più richiesti dalle imprese, eppure non si trovano

Tag

Test PISA, esempi delle prove di lettura affrontate dagli studenti

Test PISA, esempi delle prove di lettura affrontate dagli studenti

Livello 1a. Il testo è costituito da una serie di brevi post su un forum web (dei polli), scritto da differenti autori in momenti diversi.

La Domanda 2 in questa unità chiede agli studenti: “Perché Ivana_88 decide di postare la sua domanda su un forum su Internet?”. Per rispondere correttamente a questa domanda, lo studente deve andare oltre il significato
letterale del post di apertura in questo forum (firmato dall’utente Ivana_88), in cui si afferma “Non posso portarla dal veterinario fino a lunedì e lui non mi risponde al telefono” e considera anche il contesto completo del suo post per identificare la risposta corretta. Il processo richiesto per identificare la risposta corretta (Opzione
C: “Perché vuole fare qualcosa per la sua gallina il prima possibile”) è quindi “integrare e generare inferenze”.

Livello 1b. La prima domanda in questa unità chiede agli studenti semplicemente di comprendere il significato letterale del post di apertura nel thread del forum (“Che cosa vuole sapere Ivana_88?”).

Per rispondere in maniera corretta a questa domanda, lo studente deve abbinare la parafrasi della domanda iniziale di Ivana_88 (“Posso dare l’aspirina alla mia gallina?”) alle opzioni di risposta (Opzione A: “Se può dare l’aspirina a una gallina che si è fatta male”). Questo non è semplicemente un “accedere e recuperare informazioni all’interno del testo”, ma è classificato come misura del processo di “comprensione del significato letterale”, perché non c’è una corrispondenza diretta e testuale tra le opzioni di risposta e lo stimolo.

Livello 2. Capacità degli studenti di generare inferenze di base.

Ivana_88 ha chiesto se poteva dare l’aspirina alla sua gallina che si era fatta male. Frank risponde a Ivana_88 dicendole che poteva, ma non era in grado di darle una quantità esatta di aspirina da somministrare. Agli studenti che rispondono a questa domanda che richiede di “integrare e generare inferenze tra più fonti”, veniva chiesto di spiegare perché non fosse in grado di farlo. Qualsiasi risposta relativa alla mancanza di informazioni sulla grandezza o sul peso della gallina è stata accettata come corretta (Frank ha fornito il dosaggio di aspirina per chilogrammo di peso corporeo ma Ivana_88 non ha fornito il peso del pollo). Visto che ogni fonte di testo (cioè ogni singolo post sul forum) era breve, questo era uno degli item più facili tra quelli che richiedevano agli studenti di utilizzare più fonti di testo.

Livello 3. Il testo proposto agli studenti in questo compito è un blog postato da una professoressa che conduce lavori sul campo sull’Isola di
Pasqua (nota anche come Rapa Nui).

Il testo è illustrato con una foto e contiene un paio di brevi commenti dei lettori del blog in fondo. La Domanda 2 richiede agli studenti di rappresentare il significato letterale di un particolare paragrafo nel testo (“Nell’ultimo paragrafo del blog la professoressa scrive: «Ma rimaneva comunque un altro mistero…». A quale mistero fa riferimento?”). Il formato a risposta aperta di questa domanda e il fatto che, per accedere al paragrafo, gli studenti debbano usare la barra di scorrimento o il mouse (il paragrafo è inizialmente nascosto) contribuiscono entrambi ad aumentare la difficoltà della domanda. Gli studenti che hanno risposto correttamente a questa domanda copiando una frase dal post del blog (“Che fine avevano fatto le piante e i grandi alberi usati per spostare i moaï?”) o parafrasandolo (“Dove sono i grandi alberi?”) hanno dimostrato la capacità di localizzare le informazioni richieste che non si trovano in una posizione evidente e che rappresentano il significato letterale di un testo.

Seguono esempi di livello 4 (riconoscere e gestire il conflitto) e 5 (distinzione tra fatti e opinioni).

Qui il documento completo

 

L’articolo Test PISA, esempi delle prove di lettura affrontate dagli studenti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Test PISA, esempi delle prove di lettura affrontate dagli studenti

Tag

Terremoto Mugello, molte le scuole chiuse oggi 9 dicembre

Terremoto Mugello, molte le scuole chiuse oggi 9 dicembre

Restano chiusi gli istituti scolastici a Barberino di Mugello, Vaglia e Marradi, a Scarperia e San Piero, Borgo San Lorenzo, Vicchio, Dicomano, Vernio.

Gli avvisi sono arrivati anche via social dai sindaci dei Comuni coinvolti.

In totale le scosse, avvertite fino a Bologna, sono state circa 36 in 12 ore. Non ci sarebbero feriti, ma soltanto tanta paura tra la gente che è scesa in strada. Alcuni edifici invece sarebbero stati danneggiati. Si attendono aggiornamenti.

L’articolo Terremoto Mugello, molte le scuole chiuse oggi 9 dicembre sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Terremoto Mugello, molte le scuole chiuse oggi 9 dicembre

Tag

Pensioni scuola, domani attesa circolare per presentare domanda. I requisiti

Pensioni scuola, domani attesa circolare per presentare domanda. I requisiti

Ricordiamo che le domande da presentare, per avere l’assegno pensionistico da settembre 2020, sono due: una su Polis – la data di scadenza sarà indicata dal Miur – una all’INPS.

Il MIUR ha già informato che ci sarà un’unica scadenza per la presentazione delle domande a differenza dello scorso anno, in quanto “quota 100” è già parte delle opzioni pensionistiche. Per far ciò è già presente nel Decreto scuola l’abrogazione della parte del decreto che prevedeva la scadenza del 28 febbraio per le domande di Quota 100.

La scadenza per la presentazione delle domande sarà posta tra il 21 e il 31 dicembre. La data esatta nella circolare.

La scheda  CISL Scuola sui requisiti di accesso

L’articolo Pensioni scuola, domani attesa circolare per presentare domanda. I requisiti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Pensioni scuola, domani attesa circolare per presentare domanda. I requisiti

Tag

Io recupero a scuola: il progetto per eliminare le lezioni private

Io recupero a scuola: il progetto per eliminare le lezioni private

Gli studenti dell’istituto Dalla Chiesa hanno la possibilità di recuperare le materie insufficienti direttamente a scuola. Il motivo? La dirigente ha deciso una diversa strategia rispetto alle classiche lezioni private ormai, anche secondo i recenti dati di un’indagine svolta da Skuola.net, sempre più in aumento. Un metodo che tuttavia comporta una spesa importante per le famiglie dei ragazzi, costretti a pagare i prof privati, a volte neolaureati o parenti e amici, per far sì che i propri figli rimedino i bassi voti ottenuti a scuola.

Non ci sembra corretto che gli utenti debbano farsi carico del pagamento anche di altri insegnanti per sostenere i figli, oltre quelli che già paghiamo con le nostre tasse” ha spiegato la dirigente scolastica del Dalla Chiesa.

Ma allora in che modo possono recuperare gli studenti? Tra le varie iniziative che vengono messe in campo, come spiega Viterbo news24, la scuola ha attivato gli sportelli di recupero: gli studenti quindi possono prenotare online il recupero specificando le materie per le quali hanno necessità. In seguito, un software associa il docente libero della disciplina al ragazzo, assegnando allo stesso l’ora di sportello richiesta. I benefici di questa pratica starebbero anche nella possibilità da parte della scuola di ‘controllare’ meglio lo studente, visto che gli esiti del percorso vengono esaminati in consiglio di classe in sede di scrutinio finale, un’operazione che sarebbe impossibile nel caso in cui il recupero avvenga fuori da scuola.

Il progetto è al suo terzo anno di realizzazione: in totale sono oltre 1400 le ore di recupero svolte. Le materie più gettonate quelle scientifiche e le lingue straniere. Da quest’anno inizia inoltre un ulteriore progetto, “Aiuta un compagno”, che prevede il sostegno dei ragazzi degli ultimi due anni, selezionati e preparati, verso i compagni del primo, secondo e terzo anno nelle ore pomeridiane. Le ore degli studenti che aiutano gli altri valgono come attività di Alternanza scuola-lavoro.

L’articolo Io recupero a scuola: il progetto per eliminare le lezioni private sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Io recupero a scuola: il progetto per eliminare le lezioni private

Tag

Concorso “In un paesaggio di fiabe”, scadenza 31 gennaio 2020

Concorso “In un paesaggio di fiabe”, scadenza 31 gennaio 2020

Per l’anno scolastico 2019-2020 il concorso “In un paesaggio di fiabe” è rivolto alle classi della scuola dell’Infanzia e Primaria degli Istituti scolastici situati nel Meridione d’Italia (Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna).

Obiettivi

Il Concorso intende:

  • promuovere la conoscenza e la lettura delle fiabe e la capacità di raccontarle;
  • offrire agli alunni, attraverso la guida dei propri insegnanti ed educatori, l’opportunità di conoscere e confrontarsi con il patrimonio culturale immateriale del loro territorio e, specificamente, con quella forma
    particolare di cultura locale rappresentata dalla fiaba;
  •  far acquisire la consapevolezza dell’importanza della sua conservazione e trasmissione, in quanto elemento costitutivo della propria identità e specificità storica regionale/locale;
  • favorire i processi di interazione e integrazione sociale e culturale tra bambini italiani e di altre culture per costruire comunità inclusive;
  • stimolare processi di apprendimento percettivi, sensoriali e la fantasia.

Iscrizione

Ogni gruppo di partecipanti può iscriversi al concorso entro il 31 gennaio 2020.

Bando

 

L’articolo Concorso “In un paesaggio di fiabe”, scadenza 31 gennaio 2020 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Concorso “In un paesaggio di fiabe”, scadenza 31 gennaio 2020

Tag

Scuola umbra: psicologo gratuito per sostegno docenti, studenti e genitori

Scuola umbra: psicologo gratuito per sostegno docenti, studenti e genitori

Il servizio sarò garantito tre volte a settimana grazie alla presenza nella scuola di uno psicologo. Lo riferisce la testata locale Rgunotizie.

Il progetto è stato realizzato dall’istituto Giano dell’Umbria- Bastardo e patrocinato dal Comune. L’obiettivo è ascoltare le problematiche e le difficoltà dei ragazzi, dei docenti e dei genitori degli alunni, cercando di offrire loro il giusto supporto per affrontare la vita lavorativa, scolastica e familiare.

Per ciò che riguarda gli insegnanti soprattutto si mira a prevenire la sindrome di Burnout, che colpisce oltre la metà dei docenti, con tutte le gravi conseguenze derivanti.

L’articolo Scuola umbra: psicologo gratuito per sostegno docenti, studenti e genitori sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Scuola umbra: psicologo gratuito per sostegno docenti, studenti e genitori

Tag

Legge di Bilancio, Gualtieri: asili nido gratis per la maggior parte dei cittadini

Legge di Bilancio, Gualtieri: asili nido gratis per la maggior parte dei cittadini

Ci siamo fatti trascinare nelle cronache su microaspetti, quando passeranno queste fasi emergeranno i contorni di fondo di una manovra che è riuscita ad evitare l’aumento dell’Iva senza toccare scuola, università, ricerca, anzi, aumentando le risorse dello Stato sociale e che introduce una significativa riduzione delle tasse sul lavoro” ha spiegato il ministro.

Gualtieri ha poi sottolineato: “Una misura cui tengo molto: gli asili nido saranno sostanzialmente gratuiti per la stragrande maggioranza dei cittadini italiani“.

Abbiamo appostato le risorse e ora anche nel dialogo con le forze sociali decideremo come utilizzarle, punteremo a una ridefinizione fiscale per abbassare le tasse sui salari medi e bassi” ha concluso il ministro dell’economia.

L’articolo Legge di Bilancio, Gualtieri: asili nido gratis per la maggior parte dei cittadini sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
Legge di Bilancio, Gualtieri: asili nido gratis per la maggior parte dei cittadini

Tag