Ente Accreditato MIUR

  • Viale San Martino, 62 - 98123 Messina
  • 090 6413588 - 3683192166
  • info@webhousemessina.com

ATA con contratto scaduto il 30 giugno ha diritto al pagamento di ferie non fruite

ATA con contratto scaduto il 30 giugno ha diritto al pagamento di ferie non fruite

Un nostro lettore chiede

Salve ho lavorato come collaboratore scolastico con incarico annuale. Non avendo fatto ferie circa 13 giorni quando mi verranno pagati. Ho terminato il 30.06.2019

di Giovanni Calandrino – Innanzitutto chiariamo che, in base alle circolari applicative di quanto stabilito dall’art. 5, comma 8, del D.L. 95 convertito nella legge 135 del 2012 (MEF-Dip. Ragioneria Generale dello Stato prot. 77389 del 14/09/2012 e prot. 94806 del 9/11/2012- Dip. Funzione Pubblica prot. 32937 del 6/08/2012 e prot. 40033 dell’ 8/10/2012), all’atto della cessazione del servizio le ferie non fruite sono monetizzabili solo nei casi in cui l’impossibilità di fruire delle ferie non è imputabile o riconducibile al dipendente come le ipotesi di decesso, esigenze di servizio, malattia e infortunio, risoluzione del rapporto di lavoro per inidoneità fisica permanente e assoluta, congedo obbligatorio per maternità o paternità.

Qualora la durata del rapporto di lavoro a tempo determinato sia tale da non consentire la fruizione delle ferie maturate, le stesse saranno liquidate al termine dell’anno scolastico e comunque dell’ultimo contratto stipulato nel corso dell’anno scolastico.

Dunque il pagamento delle ferie è contestuale alla chiusura dell’ultimo contratto stipulato nell’anno scolastico. Pertanto la monetizzazione delle stesse è immediata alla chiusura contrattuale.

L’articolo ATA con contratto scaduto il 30 giugno ha diritto al pagamento di ferie non fruite sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Source: Orizzonte Scuola
ATA con contratto scaduto il 30 giugno ha diritto al pagamento di ferie non fruite

webhousemessina